Spaccia agli Arresti ed evade

Una particolare vicenda è successa oggi nel bergamasco.

La storia, che di certo non può essere presa ad esempio, ha come protagonista N.F., cittadino albanese di 27 anni.

Il ragazzo in questione stava scontando gli arresti domiciliari presso la propria abitazione di Bergamo, in attesa dell’evolversi del processo a suo carico per spaccio di sostanze stupefacenti.

Evitando di giudicare, cosa che cerco sempre di fare, vi è da dire che il sopra citato ragazzo, non contento della situazione, avrebbe continuato noncurante a spacciare da casa, nonostante la situazione legale in cui versava non era affatto delle più rosee.

E fu così che gli agenti della squadra mobile di Bergamo, durante un controllo effettuato la mattina del 28 marzo, hanno trovato in camera da letto dell’indagato ben 50 grammi di cocaina, sostanze varie per il taglio, un bilancino di precisione e 1400 euro in contanti.

A seguito di ciò è naturalmente partito un altro procedimento penale, distaccato dal precedente per il quale stava “scontando” gli arresti domiciliari.

Non capita tutti di scovare un ragazzo che spaccia agli arresti, e ciò di sicuro non farà molto piacere ai Giudici che andranno a giudicare.

Stranamente gli arresti domiciliari non sono stati revocati, disponendone ulteriori, ma…”chi l’ha dura la vince….” infatti sabato 29 marzo, quando gli agenti sono andati nella sua abitazione per prelevarlo e portarlo al processo (ndr. il secondo, per direttissima) non hanno trovato nessuno nell’abitazione.

Avviate le indagini, l’evaso albanese è stato trovato in una casa con due sue fratelli…e iscritto nel registro dei reato un nuovo procedimento, questa volta per evasione.

Alla luce di tutto questo, al ragazzo albanese, in fine, sono stati revocati gli arresti domiciliari ed è stato trasferito immediatamente in carcere in attesa dell’esito dei tre procedimenti penali.

Carlo Chialastri

 

One comment on “Spaccia agli Arresti ed evade
  1. Pingback: Spaccia agli Arresti ed evade | Arresti Domiciliari

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *