Rifiuto dei domiciliari…per paura delle donne!

suocera-1

Sono di oggi due diverse notizie che hanno un qualcosa in comune…la volontà dell’arrestato di restare in carcere rifiutando così gli arresti domiciliari!

Questo è quanto successo oggi nelle aule dei Tribunali di Lucca e di Treviso.

Il primo caso riguarda un Maghrebino di 27 anni, indiziato per una rapina avvenuta ai danni di una signora ad ottobre del 2013.

Il ragazzo avrebbe preferito la permanenza al carcere al posto di scontare gli arresti a casa della suocera, dopo che uno zio, destinazione a lui gradita, avrebbe rifiutato di accogliere il nipote.

Si è così proposta la suocera, di certo non aspettandosi un “no” così secco da parte del genero.

Il secondo caso riguarda invece un italiano di 38 anni, anche lui arrestato per essere indiziato in un processo avente ad oggetto una rapina.

In questa diversa situazione l’indiziato avrebbe avuto paura della convivenza forzata con la sua fidanzata.

Riporto le sue dichiarazioni, prese dal sito de Il Messaggero: “Avvocato si fermi. Non voglio andare ai domiciliari dalla fidanzata nel Montebellunese o da quei parenti. Sto meglio in carcere.”

Come sappiamo, spesso la scelta tra passare gli arresti in carcere o a casa è forzata per mancanza di un domicilio valido o di un parente o fidato che decida di accogliere l’indiziato.

Altre volte invece capita, come in questi casi, che ciò avvenga dopo una scelta volontaria con il rifiuto dei domiciliari.

Sospetto vivamente, non augurandomelo, che la scelta dei due signori abbia leggermente inclinato i loro rapporti di coppia.

Carlo Chialastri

One comment on “Rifiuto dei domiciliari…per paura delle donne!
  1. Pingback: Rifiuto dei domiciliari…per paura delle donne! | Arresti Domiciliari

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *