Arresti Domiciliari: è possibile utilizzare Facebook? – segue

facebook_manette_01

Come abbiamo visto nel mio articolo precedente “Agli arresti domiciliari è possibile utilizzare Facebook?” (visualizzabile al link http://arrestidomiciliari.myblog.it/2014/03/05/agli-arresti-domiciliari-possibile-utilizzare-facebook/ ), la piattaforma Facebook è stata ritenuta un mezzo di comunicazione e come tale rientrante nel divieto di comunicare con terzi (quando stabilito nell’Ordinanza Dispositiva della Misura Cautelare naturalmente).

Analizzando in modo tecnico la questione e soprattutto la sentenza di Cassazione sopracitata  se ne potrebbe dedurre che il divieto verte solo sulla comunicazione, e non sull’utilizzo della piattaforma in sè. Resterebbe quindi impunito che lo utilizzi ad esempio solo per guardare fotografie o seguire le varie pagine e gruppi.

L’unico divieto resterebbe quello di non mandare messaggi e di non riceverne;

Detto ciò, vi è però da ricordare le conseguenze della violazione degli obblighi imposti nella misura cautelare ( “in caso di trasgressione alle prescrizioni […], l’art. 276 c.p.p. comma 1 ter, rende obbligatoria la revoca degli arresti domiciliari, seguita dal ripristino della custodia cautelare in carcere, senza che al giudice, una volta accertata l’avvenuta trasgressione, possa essere riconosciuto un potere di rivalutazione delle esigenze cautelari” (Cass. pen. Sez. V, Sent., (ud. 22-09-2009) 02-11-2009, n. 42017)), e la natura di provvisorietà degli Arresti Domiciliari, consiglio sempre ai miei clienti di avere pazienza ed evitare il più possibile di creare problemi che possano ritorcersi contro alla nostra difesa.

Carlo Chialastri

Arresti Domiciliari: è possibile utilizzare Facebook? – segue ultima modifica: 2014-03-06T21:04:36+00:00 da avvocatopenalista
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *